ADRIANO ARATI / Una visione diversa e l’opinione pubblica

Adriano Arati è un giornalista della Gazzetta di Reggio. Si occupa, principalmente, del territorio e della provincia con una certa attenzione sullo sport. Da cronista ha avuto una diversa visione dell’inchiesta Aemilia e poi del maxiprocesso. Perché, in quegli instanti, andare a cercare notizie non era affatto una cosa semplice.

Nel giro al mercato, davanti alle scuole, non si parlava di altro. Secondo Arati, per l’opinione pubblica in generale era difficile, inizialmente, accettare l’operazione Aemilia con gli elicotteri che, all’alba, sorvolavano sui tetti delle case per andare ad arrestare le persone. Dopo l’inchiesta e la successiva presa di conoscenza da parte dell’opinione pubblica, secondo lo stesso Arati, ora c’è più voglia di trasparenza da parte di diverse realtà pubbliche e private. E nei tanti aspetti negativi che si è portato dietro questo fenomeno nella nostra provincia, questo può essere, secondo lui, considerato un aspetto positivo.